Allenamento

L’allenamento che si tiene nei giorni di martedì e giovedì nella palestra di via del Carso Pesaro, segue un programma ben preciso, codificato dalla FIKTA e dal Maestro Hiroshi Shirai, (10° Dan) fondatore e promotore del Karate Shotokan in Italia.

La durata di ogni allenamento è di circa un’ora per i principianti e due ore per le cinture nere e colorate. Ricordo che il Karate è una disciplina fisica e mentale, per cui già nello spogliatoio attenzione e concentrazione sono importanti. La cura personale è già sinonimo di buon karateka: si raccomanda di non indossare durante l’allenamento anelli, bracciali, collane, orecchini e di avere sempre unghie ben curate per evitare di fare e farsi male. Entrati in palestra (chiamata tradizionalmente DOJO) si inizia con il saluto (REI) dove il Maestro si pone di fronte gli allievi in fila dal grado più alto.

Dopo il riscaldamento si continua con le TECNICHE FONDAMENTALI (KION) o tecniche base che prevedono pugni e calci eseguiti con fluidità, forma e forza. Si eseguono in seguito i KATA che sono combattimenti immaginari contro uno o più avversari. Naturalmente il grado di difficoltà sia delle tecniche fondamentali che dei kata aumenta con l’aumentare del grado del karateka. Si applicano le tecniche fondamentali contro un avversario, dove si provano realmente e senza paura attacchi e parate (sempre con il massimo rispetto per il compagno). Si applicano anche le tecniche contenute nei kata dove l’atleta si trova a combattere contro più avversari. Infine per i più esperti si prova l’esperienza del combattimento libero (JU KUMITE) dove si mettono in pratica gli insegnamenti di tanti anni di fatica e sudore.

Il karate inizia e termina con il saluto: OSS!